Doccia Solare

postato in: Solarium | 0
h
La Doccia Solare 
Sin dai tempi antichi, l’uomo ha posto al centro del suo universo il sole, quale fonte di calore, energia e vita. Il sole favoriva la maturazione dei frutti della terra, riscaldava, illuminava, rendeva ogni cosa chiara e splendida, sotto la meravigliosa luce dei suoi raggi. La potenza di questa stella, veniva esaltata già dagli antichi romani per fini espressamente estetici; essi infatti dedicavano all’abbronzatura una buona percentuale del loro tempo. Nel periodo rinascimentale però, l’abbronzatura si accollò una connotazione negativa, si tendeva infatti a privilegiare una pelle chiara, pulita, assolutamente naturale. La pelle chiara era sinonimo di prestigio, di regalità, di purezza, e questa simbologia è stata conservata per un lungo periodo di tempo. Negli ultimi tempi, l’abbronzatura ha assunto delle connotazioni nuove, assolutamente positive: è stato ripristinato il concetto di solarium, e di abbronzatura artificiale. La pelle scura diventa moda, simbolo di rilassatezza, benessere bellezza. Questa concezione, ha favorito l’inaugurazione di una nuova concezione, di un nuovo modo di apparire ed essere. Il sole, diventa fonte di bellezza, diventa calore che si trasferisce sulla pelle e si trasforma in colore, un colore dorato, intenso, deciso, uniforme. Per sopperire alla mancanza dell’abbronzatura nei mesi invernali, nasce il concetto di abbronzatura artificiale. Lettini, cabine e docce abbronzanti, vanno a sostituire il calore del sole, lasciando sulla pelle uno strato di abbronzatura delicato. Questa metodologia di abbronzatura artificiale, rappresenta la rivoluzione del benessere: la lampada abbronzante non risulta essere particolarmente dispendiosa dal punto di vista economico, e viene effettuata in un arco temporale relativamente breve. In poche sedute, è possibile raggiungere risultati ottimali, conciliando relax e piacere.
Vantaggi e svantaggi

Le prime docce solari ad essere sperimentate erano a bassa pressione, ancora oggi in uso. Questa tipologia di lampada abbronzante garantisce un’abbronzatura uniforme e compatta, perché è costituita da una serie di tubi in successione, che non lasciano zone d’ombra, ma che favoriscono un’irradiazione completa e totale. Le docce solari ad alta pressione, sono maggiormente costose, e meno utilizzate per due specifici motivi: in primis, esse presentano un sistema tubolare alternato che crea delle zone d’ombra; questo non garantisce un’abbronzatura completa. Le docce solari ad alta pressione inoltre, tendono ad essere particolarmente esose dal punto di vista economico, sia per il centro benessere che investe nell’acquisto, sia per l’utenza che ne usufruisce. Le docce solari, sono inoltre dotate di un sistema di ventilazione, che favorisce il passaggio dell’aria all’interno della cabina. In molti casi, è possibile lasciare la porta leggermente aperta, affinchè, si possa avere la sensazione di apertura all’interno della doccia stessa. La doccia solare, è consigliata anche per preparare la pelle all’esposizione solare: cinque o sei sedute, renderanno la pelle pronta a ricevere i raggi solari, senza il rischio di scottature. Prima di accedere al solarium, è importante applicare su tutto il corpo un filtro solare, che protegga comunque l’epidermide (soprattutto se questa è chiara). A seguito, è sempre preferibile lavarsi interamente, ed applicare una crema idratante, affinchè la pelle conservi il piacevole colorito sorato, senza manifestare secchezza e disidratazione. La lampada solare, va effettuata con una certa costanza, a distanza di pochi giorni, l’una dall’altra. Il tempo di durata di una doccia solare varia dai dieci minuti ai trenta minuti al massimo; la scelta del tempo dipende da una serie di fattori, come la tipologia di pelle, il numero delle sedute, la capacità di resistenza. La doccia solare, non risulta essere indicata per le persone che soffrono di patologie relative al sistema respiratorio: gli asmatici ed i claustrofobici, potrebbero non godere del relax apportato dalla doccia solare, avvertendo di contro una spiacevole sensazione di soffocamento.

Doccia solare o lettino: quale scegliere?

La doccia solare funziona grazie ad una tecnologia avanzata garantendo la massima igiene, un ottimo risultato e grande praticità. Rispetto allo stesso lettino, la doccia, è igienicamente più sicura: nella doccia solare, solo le mani ed i piedi entrano in diretto contatto con la macchina, mentre nel lettino, l’obbligata posizione supina, impone un’aderenza completa della schiena, dei glutei, delle gambe e delle braccia. Le pratiche igieniche richieste da una doccia solare, sono minime, per cui è possibile sfruttarla al massimo. Il lettino solare, di contro, richiede una pratica igienica massima, per garantire la completezza del servizio. La doccia inoltre fornisce un’abbronzatura integrale completa e sicura: non esistono filtri che impediscono il passaggio dei raggi UVB, per cui, tutto il corpo viene riscaldato ed abbracciato dal fascio dei raggi di luce. Il lettino, invece, necessita di un filtro in plexiglass, che sia resistente e che in parte ostacola il passaggio dei raggi UVB, rallentando il processo di abbronzatura.Inoltre, la doccia solare occupa uno spazio decisamente più limitato rispetto al lettino. A voi la scelta!

 

Lascia un commento